On-air alle ore 20:15 L'intervista della Settimana
Gio. 24 Agosto 2017 
 
Radioscitilla!
 
 
   
 
On-air alle ore 20:15 di oggi Gio. 24 Agosto 2017
L'intervista della Settimana
Programmi »
Ascolta la radio!!



OPEN CALL PER OLINDO GUERRINI - Il 22 dicembre maratona di lettura al Quintet
OPEN CALL PER OLINDO GUERRINI - Il 22 dicembre maratona di lettura al Quintet
clear
CATTANEO E ROSSATO A RADIOSCINTILLA
CATTANEO E ROSSATO A RADIOSCINTILLA
clear
DAVIDE BENAZZI INTERVISTA MANERA E DELLA NOCE
DAVIDE BENAZZI INTERVISTA MANERA E DELLA NOCE
clear
ONE DROP REGGAE INTERVISTA FRANCISCA
ONE DROP REGGAE INTERVISTA FRANCISCA
clear
INTERVISTA A MASSIMILIANO ANZIVINO,
INTERVISTA A MASSIMILIANO ANZIVINO, "COSTRUTTORE DI CERCHI"
clear
IL NUOVO PRIMO CITTADINO DETTA L'AGENDA DEI PRIMI 100 GIORNI
IL NUOVO PRIMO CITTADINO DETTA L'AGENDA DEI PRIMI 100 GIORNI
clear
INTERVISTA A DAVIDE RANALLI, 28ENNE CANDIDATO SINDACO DI LUGO
INTERVISTA A DAVIDE RANALLI, 28ENNE CANDIDATO SINDACO DI LUGO
clear
L'ASSESSORE ASIOLI DESCRIVE IL FUTURO DELLA DARSENA DI RAVENNA
L'ASSESSORE ASIOLI DESCRIVE IL FUTURO DELLA DARSENA DI RAVENNA
clear
VIDEO - BALLERIN PRESENTA
VIDEO - BALLERIN PRESENTA "GLI STATI UNITI D'EUROPA SPIEGATI A TUTTI"
clear
INTERVISTA AD ANTONIO ALLEGRO
INTERVISTA AD ANTONIO ALLEGRO
clear
CORINNE VIGO PRESENTA
CORINNE VIGO PRESENTA "LATTINE E ALTRE STORIE"
clear
ALEX DI MAGGIO PRESENTA PARIS TANGO
ALEX DI MAGGIO PRESENTA PARIS TANGO
clear
INTERVISTA A SUOR ROSA - La situazione in Centrafrica
INTERVISTA A SUOR ROSA - La situazione in Centrafrica
clear
I VENT'ANNI DEI GOOD FELLAS - Lucky Luciano si racconta a Gianni Arfelli
I VENT'ANNI DEI GOOD FELLAS - Lucky Luciano si racconta a Gianni Arfelli
clear
INTERVISTA A ROY PACI AL ROCKHOUSE CON COR LEONE
INTERVISTA A ROY PACI AL ROCKHOUSE CON COR LEONE
clear
MISCOMMUNICATION INTERVISTA I FINLEY
MISCOMMUNICATION INTERVISTA I FINLEY
clear
RADIOSCINTILLA.IT INTERVISTA ALBOROSIE
RADIOSCINTILLA.IT INTERVISTA ALBOROSIE
clear
INTERVISTA AI DEADLY KISS
INTERVISTA AI DEADLY KISS
clear
DIBATTITO CON GLI INSEGNANTI DEL MAMA'S
DIBATTITO CON GLI INSEGNANTI DEL MAMA'S
clear
News
BLOG//LE DONNE INTERCETTANO MEGLIO LA RIPRESA OCCUPAZIONALE, MASCHI STUDIATE ...di Marco Silvagni - Mer. 9 Agosto 2017
BOLOGNA - Nell'ultimo post (13 giugno 2017) avevamo guardato un po' di dati (quelli di aprile 2017) e ci eravamo lasciati dicendo che nel mercato del lavoro italiano le cose vanno meglio perché ci sono quasi gli stessi occupati del periodo pre-crisi, ma ci sono ancora molti disoccupati.

La spiegazione è che la ripresa ha creato posti di lavoro, ma non sufficienti a coprire la maggiore attivazione delle persone dovuta da un lato al momento di crisi (anche chi non cercava si attiva per contribuire al reddito familiare) e dall’altro all’aumento dell’età pensionabile. Infatti, gli inattivi sono molti meno che nel periodo pre-crisi. Qualche giorno fa, Istat ha pubblicato i dati di giugno 2017. Sono molto buoni e in linea con quelli già visti: ci sono 832 mila occupati in più e 421 mila disoccupati in meno del momento peggiore della crisi. Nel confronto col periodo pre-crisi (2007/2008), oggi gli occupati sono solo 230 mila in meno, però, come detto, ci sono ancora 1 milione e 476 mila disoccupati in più. Ma c’è un dato che spicca questo mese: a giugno 2017 sono occupate 9 milioni e 658 mila donne. Mai così tante donne occupate nella storia della Repubblica. Quindi la ripresa in atto sta producendo posti di lavoro femminili? Si e no. Mettiamolo in relazione a quest’altro dato: le donne laureate in età da lavoro (escludendo quindi la popolazione anziana) sono oggi il 18% mentre i maschi arrivano appena al 13,3%. La ripresa si aggancia a professionalità elevate: nelle nostre aziende (di tutti i settori) arrivano robot, trasformazioni digitali, nuove competenze di comunicazione e linguistiche. Sono le donne in Italia ad aver migliorato di più queste skills e sono quindi loro ad intercettare meglio la ripresa economica. A conferma di questo dato possiamo valutare cosa è successo in Emilia Romagna tra il 2008 e la fine del 2016 in termini di tasso di occupazione per titolo di studio (sempre fonte Istat). L’Emilia Romagna è un ottimo esempio perché, oltre ad essere la nostra Regione, è tra quelle che sta trainando la ripresa e punta di più sull’innovazione. Infatti, se il tasso di occupazione generale della Regione a causa della crisi è calato in 8 anni dal 70,2% al 68,4% (-1,8%), quello dei laureati tra tutti i titoli di studio è l’unico che non è calato (82,7% sia nel 2008 che nel 2016). Se guardiamo i dati in valore assoluto la situazione risulta ancora più chiara: in 8 anni gli occupati con la laurea sono aumentati di 114 mila unità di cui però 74 mila sono donne e solo 40 mila uomini (N.B. se vi chiedete perché se ci sono più laureati occupati non è aumentato il tasso di occupazione in questa fascia, la risposta è che in 8 anni per fortuna ci sono anche più laureati nella popolazione). Nel contempo tra le persone con al più l’obbligo scolastico è successo esattamente il contrario: si sono persi 140 occupati (99mila uomini e 41mila donne). Questi sono i dati che più di tutti testimoniano il problema del nostro mercato del lavoro: i posti di lavoro che si creano richiedono molte competenze, che una fascia importante della popolazione non possiede perché non ha studiato. Tra gli obiettivi di Europa 2020 (la strategia decennale sulla quale si fonda la programmazione di svariati miliardi di euro fondi strutturali) c’è che nel 2020 il 40% della popolazione europea tra 30 e 34 anni deve essere laureata. In Italia siamo fermi ancora al 26,2%. Cioè solo un trentenne su 4 è laureato. Troppo poco per competere. Diamoci da fare e soprattuto: maschi studiate che siete indietro!


+ Aggiungi un commento

« torna alla lista
 
   
  Radio Scintilla [info@radioscintilla.it]-Via Matteotti 5, Ravenna, C.F.92067370392, Lic.SIAE 1100/I/08-1198 - site by Antherica srl -  Informativa sulla Privacy