On-air alle ore 11:30 ONDE OLIMPICHE
Lun. 23 Ottobre 2017 
 
Radioscitilla!
 
 
   
 
On-air alle ore 11:30 di oggi Lun. 23 Ottobre 2017
ONDE OLIMPICHE
Programmi »
Ascolta la radio!!



OPEN CALL PER OLINDO GUERRINI - Il 22 dicembre maratona di lettura al Quintet
OPEN CALL PER OLINDO GUERRINI - Il 22 dicembre maratona di lettura al Quintet
clear
CATTANEO E ROSSATO A RADIOSCINTILLA
CATTANEO E ROSSATO A RADIOSCINTILLA
clear
DAVIDE BENAZZI INTERVISTA MANERA E DELLA NOCE
DAVIDE BENAZZI INTERVISTA MANERA E DELLA NOCE
clear
ONE DROP REGGAE INTERVISTA FRANCISCA
ONE DROP REGGAE INTERVISTA FRANCISCA
clear
INTERVISTA A MASSIMILIANO ANZIVINO,
INTERVISTA A MASSIMILIANO ANZIVINO, "COSTRUTTORE DI CERCHI"
clear
IL NUOVO PRIMO CITTADINO DETTA L'AGENDA DEI PRIMI 100 GIORNI
IL NUOVO PRIMO CITTADINO DETTA L'AGENDA DEI PRIMI 100 GIORNI
clear
INTERVISTA A DAVIDE RANALLI, 28ENNE CANDIDATO SINDACO DI LUGO
INTERVISTA A DAVIDE RANALLI, 28ENNE CANDIDATO SINDACO DI LUGO
clear
L'ASSESSORE ASIOLI DESCRIVE IL FUTURO DELLA DARSENA DI RAVENNA
L'ASSESSORE ASIOLI DESCRIVE IL FUTURO DELLA DARSENA DI RAVENNA
clear
VIDEO - BALLERIN PRESENTA
VIDEO - BALLERIN PRESENTA "GLI STATI UNITI D'EUROPA SPIEGATI A TUTTI"
clear
INTERVISTA AD ANTONIO ALLEGRO
INTERVISTA AD ANTONIO ALLEGRO
clear
CORINNE VIGO PRESENTA
CORINNE VIGO PRESENTA "LATTINE E ALTRE STORIE"
clear
ALEX DI MAGGIO PRESENTA PARIS TANGO
ALEX DI MAGGIO PRESENTA PARIS TANGO
clear
INTERVISTA A SUOR ROSA - La situazione in Centrafrica
INTERVISTA A SUOR ROSA - La situazione in Centrafrica
clear
I VENT'ANNI DEI GOOD FELLAS - Lucky Luciano si racconta a Gianni Arfelli
I VENT'ANNI DEI GOOD FELLAS - Lucky Luciano si racconta a Gianni Arfelli
clear
INTERVISTA A ROY PACI AL ROCKHOUSE CON COR LEONE
INTERVISTA A ROY PACI AL ROCKHOUSE CON COR LEONE
clear
MISCOMMUNICATION INTERVISTA I FINLEY
MISCOMMUNICATION INTERVISTA I FINLEY
clear
RADIOSCINTILLA.IT INTERVISTA ALBOROSIE
RADIOSCINTILLA.IT INTERVISTA ALBOROSIE
clear
INTERVISTA AI DEADLY KISS
INTERVISTA AI DEADLY KISS
clear
DIBATTITO CON GLI INSEGNANTI DEL MAMA'S
DIBATTITO CON GLI INSEGNANTI DEL MAMA'S
clear
News
BLOG/ LE PAGELLE SEMISERIE DEL GIRO 2017 - Mar. 30 Maggio 2017
RAVENNA - Dopo che per ogni pausa settimanale il nostro Roberto Gori ci aveva fornito i "top" e i "flop" della Corsa Rosa, ecco tutte ma proprio tutte le pagelle del Giro 2017. Con un pizzico di allegria.

Tom "Mrdakovic" Dumoulin ----> 9,5: L'uomo che nel giro di un anno passa dalla pubblicità della Alpecin a quella dell'Imodium. Belli capelli rischia di perdere il Giro d'Italia per un cagotto improvviso ai piedi dell'Umbrail Pass, mantiene la maglia rosa ma a due tappe dal termine mentre si distrae parlando in fondo al gruppo di medicinali contro la dissenteria viene attaccato e perde la maglia (per questo mezzo voto in meno), prima di riprendersela l'ultimo giorno. E' già stato scritturato dal regista premio Omar Arminiodavondasinatoeri per interpretare il protagonista di questo film: https://www.youtube.com/watch?v=Pw1ZzIC_7U4
Nairo Quintana ----> 6: Era il favorito sulla carta alla vigilia ma alla fine non ha vinto perdendo la maglia rosa all'ultimo giorno e chiudendo al secondo posto. Il colombiano era deluso, ma la sua faccia aveva la stessa impressione di quando era felice. Lui lamenta di non essere stato al meglio per colpa di un attacco influenzale. Le analisi del Carbonio 14 non hanno confermato l'influenza, ma hanno messo in dubbio la sua nascita nel 1990. Potrebbe essere in effetti nato nel 1990, ma Avanti Cristo.
Vincenzo Nibali ----> 8: Molto bene ma non straordinario in salita, molto bene ma non straordinario a cronometro. Un po' lo stesso giudizio che George Best ha dato su Beckham. In ogni caso mantiene le promesse della vigilia e vince il tappone più duro. Paradossalmente Giro molto più positivo di Quintana benchè gli sia arrivato dietro in classifica. 
Thibaut Pinot ----> 7,5: Dumoulin Rosa. Pinot Grigio. Ma al debutto al Giro ha fatto la sua ottima figura. 
Ilnur Zakarin ----> 7,5: Fra i migliori in salita in questo Giro. Le sue discese invece vengono considerate fra le peggiori saghe horror della storia. Peter Griffin quando ne ha vista una è morto stecchito. 
Domenico Pozzovivo ----> 7,5: Ma cosa vuoi di più dalla vita? Un lucano!!! Indubbiamente a quasi 35 anni il suo miglior Giro in carriera. Sempre assieme a Zakarin nelle salite delle ultime tappe, a loro due è stato consegnato lo speciale premio "Monica Cirinnà" da parte della Gazzetta dello Sport. 
Bauke Mollema ----> 6,5: Senza lode nè infamia. Nonostante il 7° posto finale non si è quasi mai visto. Ci chiediamo tutti se in realtà abbia corso Zubeldia con la maschera facciale di Mollema. 
Bob Jungels ----> 7: A differenza di Mollema almeno porta a casa una tappa. Bene a cronometro, malino sulle salite del Blockhaus e di Oropa, decisamente meglio in quelle della terza settimana aggiudicandosì così la maglia bianca per la seconda volta consecutiva. 
Steven Kruijswijk ----> 5,5: Per aver corso quasi tutte le 3 settimane con una costola incrinata ha fatto anche troppo. Riesce però raramente a stare coi più forti e anche quest'anno dopo la sfiga della scorsa edizione deve rimandare la vittoria finale del Giro. Il poveraccio che deve incidere il cognome "Kruijswijk" sul Trofeo Senza Fine per lo meno ringrazia. Per non sbagliarlo ci avrebbe impiegato 4 giorni. 
Mikel Landa ----> 7: Tagliato fuori dopo la caduta ai piedi del Blockhaus perdendo mezz'ora, riscatta pienamente il suo Giro nella terza settimana prendendo maglia blu e andando in fuga praticamente tutti i giorni. La La Landa. 
Tejay Van Garderen ----> 5: Porta a casa una tappa, ma questo Giro ha definitivamente sancito che probabilmente non è più competitivo per fare classifica ai vertici in una grande corsa a tappe. Probabilmente sopravvalutato. Van Scarseren. 
Rui Costa ----> 5,5: A differenza di Van Garderen non era dato fra i favoriti, ma non vince manco una tappa, piazzandosi per ben tre volte secondo. Premio Toto Cutugno per lui. Se avesse avuto in squadra Batistuta, Lulù Oliveira e "Spadino" Robbiati forse questo Giro per lui sarebbe andato diversamente. 
Fernando Gaviria: 10 ----> Il voto più alto per il colombiano: un mix fra Cuadrado sulla fascia destra e Pablo Escobar inseguito dalla Polizia. A soli 22 anni si porta a casa ben 4 tappe. Solo Cunego alla sua età ci era riuscito. Proprio per questo gli consiglio di toccarsi per bene le parti basse. 
Sacha Modolo, Giacomo Nizzolo ----> 4: Mai visti allo sprint. Un bradipo su un paracarro avrebbe avuto più reattività nelle volate.

 
 
 

+ Aggiungi un commento

« torna alla lista
 
   
  Radio Scintilla [info@radioscintilla.it]-Via Matteotti 5, Ravenna, C.F.92067370392, Lic.SIAE 1100/I/08-1198 - site by Antherica srl -  Informativa sulla Privacy